Quello che non ho mai avuto


Per tutte le parole che non ti ho mai detto
e che avrei sempre voluto dirti,
anche se già sapevo che con esse avrei potuto ferirti.

Per tutti quei giorni passati ad ascoltarti,
anche quando nulla avevi da dirmi.


Per tutti quei silenzi che non hai saputo riempire,
per quelle frasi che non mi hai mai detto e che avrei voluto sentire.


Per tutte quelle piccole cose che non mi hai saputo donare,
per quei semplici gesti che non hai saputo fare.


Per tutti quei sorrisi che non mi hai regalato,
per quegli sguardi con cui i tuoi occhi non mi hanno guardato,
per le carezze di cui le tue mani mi hanno privato.


E se tutto questo non dovesse ancora bastare,
mi basterà di te ricordare,
tutte le promesse che non hai mantenuto,
tutte le attenzioni che da te non ho avuto.


Tutte quelle foto che non vorrò più guardare,
istantanee di istanti che non ho mai vissuto….tutti quei dolci momenti che con te non ho avuto,
 tutto quel tempo che non ho vissuto ….

Xavier Wheel

il-vaso-di-pandora-blog:

Due donne ho trovato dentro di me, scavando nel profondo; una è forte, decisa, lucida: lei sa cosa è giusto, sa cosa deve fare.L’altra è come il mosto: profuma di primavera, di giornate di sole. Piange nella pioggia per non farsi vedere. È fatta di mancanze e di malinconia. Il suo cuore è malato: non è a pezzi, ma gonfio da esplodere.Dal web

 

“Non penso a te”


Non posso ricordare. Ma quei momenti
puri dureranno in me come in fondo a un vaso troppo pieno.
Non penso a te, ma sono per amore tuo
e questo mi dà forza.
Non ti invento nei luoghi
che adesso senza te non hanno senso.
Il tuo non esserci
è già caldo di te, ed è più vero,
più del tuo mancarmi. La nostalgia
spesso non distingue. Perché
cercare allora se il tuo influsso
già sento su di me lieve
come un raggio di luna alla finestra.”

 Rainer Maria Rilke

Mi piace rimanere sola


Cerco l’infanzia che sono:

la pianura, l’ombra dell’albero gigantesco,
l’unico mare senza fondo,
il cavallo sfociato nella sua furia,
la verdezza della montagna insieme al cielo.

Mi piace rimanere sola
sentendo come il sangue mi nutre di nuove vestiture.

Da sola mi appartengo.
Non c’è dicotomia tra me e lo specchio.
Una vive e l’altra sogna.

Insieme ricordiamo un uomo.
Insieme abbiamo scritto questi versi.

 Mia Gallegos