Angeli di desolazione


“Rammento di aver usato, durante le mie 500 rinascite anteriori, ciascuna delle mie vite per far pratica di umiltà e di aver considerato la mia vita con grande umiltà come se fosse stata quella di un santo destinato a soffrire pazientemente”. In modo più diretto di questo sapevo che alla mia età, 34 anni, era meglio aiutare un vecchio che meditare nell’ozio.

J. Kerouac

Annunci

Dame la mano y danzaremos


Dame la mano y danzaremos; dame la mano y me amarás.
Como una sola flor seremos,como una flor, y nada más…

El mismo verso cantaremos, al mismo paso bailarás.
Como una espiga ondularemos, como una espiga, y nada más.

Gabriela Mistral

 

Dammi la mano e danzeremo;
dammi la mano e mi amerai.
Come un solo fior saremo,
come un fiore, e niente più.

Lo stesso verso canteremo,
lo stesso passo ballerai.
Come una spiga ondeggeremo,
come una spiga, e niente più.

Sembrava


DEMIAN

Sembrava, sembrava sempre quello che non era.
Tutto quello che sembra, non è mai così com’è.
Sembravi, parevi, la donna dalle mille facce,
che girano sulla testa come una ruota capricciosa,
ed ebbi la sfortuna di rivolgermi a te, a quel tuo volto
di calamita e calamità. Eri impossibile e non l’ho capito,
lo eri in tutte le tue facce, ma quella che vidi allora,
quella che vidi allora, mi rapì nella sua dolce accoglienza,
nel suo pallido candore, nel suo timido sorriso socchiuso,
nella sagacia segreta nascosta dietro agli occhi
verdi e grigi come un fitto bosco di betulle. Eri impossibile
e nulla mi fermò dal perdermi e disperdermi quel giorno
come un sogno, dentro il tuo umido bosco speziato,
di scoiattoli fantasma e dai mille funghi velenosi.
Avrei potuto viverti per sempre, drogato e calmo,
col cuore sospeso in aria che pulsava luminose fosforescenze
rifrante lontano di corteccia…

View original post 42 altre parole