Annientamento


Mi piacevano i bar, ma non per gli stessi motivi di mio marito. Adoravo il lento stordimento di quelle serate fuori, perdermi a ragionare su un problema, su un dato, riuscendo ad apparire socievole mentre vivevo in un mondo a parte. Ma lui era troppo in pena per me, e il mio bisogno di solitudine gli guastava il piacere di chiacchierare con gli amici, che erano soprattutto colleghi d’ospedale. Lo vedevo fermarsi a metà di una frase, cercando un segno di contentezza sul mio viso, mentre io, in disparte, sorseggiavo il mio whisky liscio.

Jeff VanderMeer

 

“Non penso a te”


Non posso ricordare. Ma quei momenti
puri dureranno in me come in fondo a un vaso troppo pieno.
Non penso a te, ma sono per amore tuo
e questo mi dà forza.
Non ti invento nei luoghi
che adesso senza te non hanno senso.
Il tuo non esserci
è già caldo di te, ed è più vero,
più del tuo mancarmi. La nostalgia
spesso non distingue. Perché
cercare allora se il tuo influsso
già sento su di me lieve
come un raggio di luna alla finestra.”

 Rainer Maria Rilke