Annientamento


Mi piacevano i bar, ma non per gli stessi motivi di mio marito. Adoravo il lento stordimento di quelle serate fuori, perdermi a ragionare su un problema, su un dato, riuscendo ad apparire socievole mentre vivevo in un mondo a parte. Ma lui era troppo in pena per me, e il mio bisogno di solitudine gli guastava il piacere di chiacchierare con gli amici, che erano soprattutto colleghi d’ospedale. Lo vedevo fermarsi a metà di una frase, cercando un segno di contentezza sul mio viso, mentre io, in disparte, sorseggiavo il mio whisky liscio.

Jeff VanderMeer

 

Annunci

“Non penso a te”


Non posso ricordare. Ma quei momenti
puri dureranno in me come in fondo a un vaso troppo pieno.
Non penso a te, ma sono per amore tuo
e questo mi dà forza.
Non ti invento nei luoghi
che adesso senza te non hanno senso.
Il tuo non esserci
è già caldo di te, ed è più vero,
più del tuo mancarmi. La nostalgia
spesso non distingue. Perché
cercare allora se il tuo influsso
già sento su di me lieve
come un raggio di luna alla finestra.”

 Rainer Maria Rilke

Donna


Da sempre tu sei quella che paga di più/ se vuoi volare ti tirano giù  e se comincia la caccia alla streghe/ la strega sei tu.

C’è chi ti urla che sei bella / che sei una fata, sei una stella  poi ti fa schiava, però no / chiamarlo amore non si può.

  C’è chi ti esalta, chi ti adula / c’è chi ti espone anche in vetrina  si dice amore, però no/ chiamarlo amore non si può.

web

 

 

 

Eravamo nello stesso amore


Eravamo nello stesso amore, in quel momento – non abbiamo fatto altro, per anni. La sua bellezza, i suoi pianti, la mia forza, i suoi passi, il mio pregare – eravamo nello stesso amore. La sua musica, i miei libri, i miei ritardi, i suoi pomeriggi da solo – eravamo nello stesso amore. L’aria in faccia, il freddo nelle mani, le sue dimenticanze, le mie certezze – eravamo nello stesso amore.

Alessandro Baricco