La valigia

Metterò in valigia tutti gli amori perduti e indimenticati, le assenze, le scarne presenze, le ore maledette, gli anni passati e quelli a venire.
Stiperò all’inverosimile le parole che non ho detto o che ho ripetuto troppo;
distenderò bene gli abiti dell’indifferenza e quelli della noncuranza.
Piegherò odio, amarezze, ferite e cicatrici.
Senza dimenticare alcuna rabbia, tradimenti, falsi eroi, giorni bui e pensieri oscuri.
Riporrò le scarpe del cammino e quel paio con cui ho ballato sulla scena della vita;
i trucchi del mestiere, gli scritti, i disegni, sogni finiti, notti insonni,
la pazienza esaurita, la follia, tutto il dolore  e, se potrò, anche cuore e mente.
Lascerò il mio bagaglio inadeguato in una qualsiasi stazione, partirà solo o verrà dimenticato, forse incautamente rubato.
Rimarrò con la mia essenza e inizierò a respirare.
Sarà così lieve amare..

Momèt

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...