Le mie prime verità

Sono sempre stato immune da Dio ed è in pura perdita che i suoi commissari, i suoi preti, i suoi direttori spirituali, i suoi ingegneri delle anime, le sue guide intellettuali si sono sforzati di salvarmi.

Anche da piccolo ero già abbastanza grande per salvarmi da solo appena li vedevo arrivare.

Sapevo dove rifugiarmi: le strade, e quando talvolta riuscivano a raggiungermi, non avevo nemmeno bisogno di scuotere la testa, mi bastava guardarli per dire no.

E me ne andavo, dove mi pareva, dove era bello anche quando pioveva, e quando di tanto in tanto ritornavano coi loro mazzi di parole-chiavi, i loro lucchetti di idee, gli esplicatori dell’inesplicabile, i confutatori dell’inconfutabile, i negatori dell’innegabile, sorridevo e ripetevo: “Non è vero!!” e “È vero che non è vero!!”.

E siccome non mi mollavano un bel niente per le loro frottole millenarie, io davo loro a mille le mie prime verità».

Jacques Prévert

Annunci

2 thoughts on “Le mie prime verità

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...