Viaggio in Portogallo


“Il viaggio non finisce mai. Solo i viaggiatori finiscono. Quando il viaggiatore si è seduto sulla sabbia della spiaggia e ha detto: “non c’è altro da vedere”, sapeva che non era vero. Bisogna vedere quel che non si è visto, vedere di nuovo quel che si è già visto, vedere in primavera quel che si è visto in estate, vedere di giorno quel che si è visto di notte, con il sole dove la prima volta pioveva. Bisogna ricominciare il viaggio. Sempre.”

J. Saramago

Still learning, summer edition


E dopo anni di tentavi qualcosa impari. Ho imparato che nessuno è solo ciò che sembra o solo ciò che dice. Di solito è più quello che non dice. Ho imparato a non trarre conclusioni e non fare deduzioni, che il più delle volte sono sbagliate. Ognuno ha il proprio modo di sentire e reagire alle situazioni, condivisibile o meno, va rispettato. Evvabbè. Ho sempre avuto un pessimo rapporto con la pazienza, ora invece so almeno che sta cosa esiste.

Sto imparando che non si cresce con l’età e neanche con l’intelligenza, la mia poi si attiva solo in caso di necessità. Si cresce attraversando le cose, mettendoci le mani, il cuore, le lacrime e tutto ciò che si ha, rischiando e perdendo. La maturità si conquista prendendosi la responsabilità di ogni scelta e di ogni rinuncia.

Che la vita mischia le carte, a volte sceglie per noi e resta il sospetto di una carta che manca. Lei sa, la vita, che passerà il dolore e tornerai a camminare. Magari diverso, con un altro cuore forse, ma con tanto amore dentro.

magiadelsogno