Memorie di una geisha

Da quella esperienza imparai quanto fosse pericoloso focalizzare la propria attenzione soltanto su ciò che non c’è. E se fossi arrivata al termine della mia vita e mi fossi resa conto che avevo passato ogni giorno ad aspettare un uomo che non sarebbe mai venuto da me? Quale insopportabile strazio sarebbe stato rendermi conto che non avevo mai realmente gustato le cose che avevo mangiato o ammirato i luoghi che avevo visto perché nella mia mente non c’era posto per altro che non fosse il Presidente, anche se la vita mi stava sfuggendo di mano. Eppure, se avessi cercato di togliermelo di testa, che vita sarebbe stata la mia? Sarei stata come una danzatrice che prova fin dall’infanzia uno spettacolo che non verrà mai messo in scena.

Arthur Golden

Annunci

4 thoughts on “Memorie di una geisha

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...