Il mio “io”


Molte volte, nella mia vita, ho provato la straordinaria sensazione che il mio “io” si  doppiasse, che altri esseri vivessero o fossero vissuti in lui, in altre epoche o in altri luoghi. Non stupirti, mio futuro lettore; ma indaga nella tua stessa coscienza. Ritorna indietro con il tuo pensiero, ai giorni in cui il tuo corpo e il tuo spirito non erano ancora cristallizzati; in cui, materia plasmabile, anima fluttuante come le onde in movimento, avvertivi appena, nel ribollire del tuo essere, il formarsi mio della tua identità.

Jack London

Il curioso caso di Benjamin Button


Per quello che vale non è mai troppo tardi o troppo presto per essere quello che vuoi essere. Non c’è limite di tempo, comincia quando vuoi. Spero tu possa vedere cose sorprendenti. Spero tu possa avere emozioni sempre nuove. Spero tu possa incontrare gente con punti di vista diversi. Spero tu possa essere orgogliosa della tua vita. E se ti accorgi di non esserlo spero che tu trovi la forza di ricominciare da zero.

Francis Scott Fitzgerald.

Diari.


Non ho niente dell’amore altruistico di mia madre. Non ho niente dell’amore assennato, realistico..  Sono capace di provare affetto solo per chi riflette il mio stesso mondo. Non ho idea di quando ci sia di sincero e autentico nella mia sollecitudine verso gli altri esseri umani e di quanto non sia altro che una falsa mano di vernice imposta dalla società.

Sylvia Plath