Il libro dell’inquietudine


I sentimenti più dolorosi e le emozioni più pungenti, sono quelli assurdi: l’ansia di cose impossibili, proprio perché sono impossibili, la nostalgia di ciò che non c’è mai stato, il desiderio di ciò che potrebbe essere stato, la pena di non essere un altro, l’insoddisfazione per l’esistenza del mondo”

Fernando Pessoa

L’arte di essere solo


“L’arte di mentire a noi stessi sapendo di mentire. [..]
L’arte di toccare fulmineamente il fondo del dolore, per risalire con un colpo di tallone.
L’arte di sostituire noi a ciascuno, e sapere quindi che ciascuno si interessa soltanto di sé.
L’arte di attribuire qualunque nostro gesto a un altro, per chiarirci all’istante se è sensato.
L’arte di fare a meno dell’arte.
L’arte di essere solo.”—

Cesare Pavese

Tutto è come la prima volta


Tutto è come la prima volta,
non c’è rancore per
nessuno.
Si esce dalle emozioni
come dalle proprie case,
perchè si abitano tutte
e spesso
sono case popolari.
I panni di ognuno , appesi
ad un unico filo per il bucato,
infondo al cortile

Il mio coraggio invece,
è la riva del mare
che si lascia intiepidire
dal sole e portare dal vento.

Web

Si dimenticherà di me…


Si dimenticherà di me…. Lascerà le mie lettere senza risposta… Gli manderò delle poesie e lui, forse, risponderà con una cartolina. E’ per questo che mi piace… Gli proporrò degli incontri in una piazza, sotto l’orologio; aspetterò… non verrà… E’ per questo che mi piace… Dimentico, quasi del tutto ignaro, uscirà dalla mia vita…Ed io per quanto incredibile possa sembrare, entrerò in altre vite.

Virginia Woolf

Non sono stata sincera.


Forse si, ho fregato alcune persone.
Non mi piacevano, non le stimavo eppure sono rimasta.
Non è stata bontà la mia, ma debolezza, se c’è una cosa che odio è dare la colpa agli altri e fare la vittima. Sono rimasta vicino a persone inaffidabili, persone noiose, persone bugiarde e frustrate. Ho permesso agli altri di farmi del male e a volte, invece di andare via cercavo di capire perché. Mi piacciono pochissime persone, e quelle che mi piacciono c’ho messo tempo ad amarle perché dovevo capire se davvero ci tenevano a me.
Sono stata falsa anche io, sono rimasta non per paura della solitudine, ma perché non mi amavo né mi ascoltavo. Volevo essere amata da chicchessia e mi sono svenduta.
Non sono stata sincera.