Internet è il karma

Zen in the City

Mike Pickard (Melbourne, Australia), WLF(M)UNRÈ sempre più palese come ormai una tutela completa della privacy sia impossibile. Ogni nostro movimento, ogni telefonata, ogni ricerca sul web, ogni parola scambiata su Facebook e Twitter: tutto viene registrato e utilizzato, chissà come, da persone a noi sconosciute. Meglio dunque farsene una ragione e prenderci cura delle tracce che lasciamo, il nostro “karma” digitale.

View original post 505 altre parole

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...