“Imagine*


Immagina non esista paradiso

È facile se provi

Nessun inferno sotto noi

Sopra solo cielo

Immagina che tutta la gente

Viva solo per l’oggi 

Immagina non ci siano nazioni

Non è difficile da fare

Niente per cui uccidere e morire 

E nessuna religione

Immagina tutta la gente

Che vive in pace 

Puoi dire che sono un sognatore

Ma non sono il solo

Spero che ti unirai a noi anche tu un giorno

E il mondo vivrà in armonia 

Immagina un mondo senza la proprietà

Mi chiedo se ci riesci

Senza bisogno di avidità o fame

Una fratellanza tra gli uomini

Immagina tutta le gente

Che condivide il mondo 

Puoi dire che sono un sognatore

Ma non sono il solo

Spero che ti unirai a noi anche tu un giorno

E il mondo vivrà in armonia.

John Lennon*

 

Senza parlare.


Si può entrare in contatto con le persone anche senza parlare…. c’è un modo di entrare in contatto tra esseri umani più percettivo e affidabile della parola, fatto di sguardi, silenzi, gesti e messaggi ancora più sottili; è il modo in cui un essere umano nel suo intimo risponde al richiamo di un altro, quella silenziosa complicità che nel momento del pericolo dà alla muta domanda una risposta più inequivocabile di qualsiasi confessione o argomentazione, e il cui senso è semplicemente questo: io sono dalla tua parte, anch’io la penso così, condivido la tua preoccupazione, noi due siamo d’accordo…

Sándor Márai