Willie – da “And Still I Rise” di Maya Angelou

Willie era un uomo senza fama,
Difficilmente qualcuno conosceva il suo nome.
Disabile e claudicante, camminava sempre zoppicando,
Diceva “Io continuo a muovermi
Mi muovo sempre allo stesso modo”

La solitudine era il regno della sua testa,
Il vuoto era il suo compagno nel letto,
Il dolore faceva eco ad ogni suo passo,
Diceva “Io continuo a seguire
Dove i capi mi condurranno”

“Posso piangere e morirò,
Ma il mio spirito è l’anima di ogni primavera,
Guardatemi e vedrete
Che sono presente nelle canzoni che cantano i bambini”

La gente lo chiamava “Zio”, “Ragazzo” ed “Hey”,
Dicevano, “non puoi vivere così un solo altro giorno”
Poi aspettavano di sentire cos’avrebbe risposto
Lui diceva “Io vivo
Nei giochi che giocano i bambini”

“Potete entrare nel mio sonno, popolare i miei sogni,
Minacciare il mio riposo di prima mattina,
Ma io continuerò a venire seguire ridere piangere,
Certo come una brezza estiva”

“Aspettatemi, guardatemi.
Il mio spirito sono le onde del mare aperto.
Cercatemi, chiedete di me,
Sono lo stormire delle foglie d’autunno”

“Quando sorge il sole
Io sono il tempo.
Quando i bambini cantano
Io sono la rima”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...